Diario di una scrittrice all'epoca dei social musica, scrittura

Una playlist dal gusto celtico

Alzino la mano gli scrittori che non usano mai musica in sottofondo mentre scrivono, o che non se ne lasciano ispirare, o ancora che non immaginano la colonna sonora delle scene che costruiscono per i loro personaggi. Quasi nessuno, vero?

Penso che la musica sia di grande aiuto quando si scrive per diversi motivi:
1. rilassa e crea un ambiente adatto per l’estro creativo;
2. può ispirare scene, personaggi o addirittura interi romanzi;
3. facilita l’immedesimazione, per cui si può avere l’impressione di essere dentro la storia che si sta scrivendo.

Ascolto spesso musica quando sono presa dalla scrittura: a volte metto una radio digitale (non amo sentir parlare gli speaker quando sono in fase creativa, mi distrae, per non parlare della pubblicità), altrimenti ripiego su un CD o ancora su YouTube.

Quando ho scritto la novella Selkie avevo proprio voglia di immergermi nell’ambientazione giusta: la Scozia del 1746. Mi piace molto la musica celtica, quindi non era difficile abbandonarmi alle melodie con violini e cornamuse tipiche di questo genere. Ho voglia di condividere con voi la playlist che mi ha accompagnata durante la stesura di questo progetto, che spero di poter pubblicare entro l’autunno; mi auguro che vi piacerà e che magari possa ispirare anche voi! 😉

Enya

Un classico, vero? Alcuni brani di Enya sono perfetti per immergersi in ambientazioni un po’ magiche. In Selkie c’è molta magia, a cominciare dalle splendide creature leggendarie che danno il titolo alla novella, ovvero esseri capaci di mutare forma, da foca a essere umano e viceversa. Ho ascoltato interi CD di Enya durante la stesura, mi ispirano molto.

Faun

Ho scoperto questa canzone, e in seguito il gruppo dei Faun, grazie a mia figlia di dieci anni, Elisa: un giorno ha fatto partire questo video su YouTube e sono rimasta affascinata dalla loro musica coinvolgente e caratteristica. Anche gli altri brani composti da loro sono molto belli, meritano più di un ascolto.

Celtic Woman

Anche nella scoperta delle Celtic Woman c’è lo zampino di Elisa! 😉
Quando si ascoltano le loro canzoni, è subito Irlanda! Non è proprio la Scozia, ma va benissimo lo stesso. Trovo che siano molto affascinanti e abbiano delle voci bellissime, fresche e vivaci.

Lindsey Stirling

Ho scoperto Lindsey Stirling per caso: avevo avviato una selezione di successi di Enya su YouTube, a un certo punto è partito un suo video, per cui ho dovuto alzare gli occhi dal pc e guardare la televisione per vedere chi stesse suonando il violino in modo tanto straordinario! Lindsey Stirling è bravissima, la sua musica è molto innovativa, pur conservando delle sonorità folk, perfette per la mia scrittura a sfondo celtico.
La performance di questo video, in particolare, è splendida: hanno regalato un’esibizione a sorpresa nel corso di una manifestazione, la gente non sapeva che cosa stava accadendo. I presenti hanno potuto godere di un magnifico spettacolo.

Ludovico Einaudi

Un altro artista che non necessita di presentazioni: Ludovico Einaudi. Ho imparato a conoscerlo e apprezzarlo quando frequentavo i corsi di teatro, era gettonatissimo per il riscaldamento e gli esercizi di ricerca. Che dire, tutta la discografia di Einaudi si presta alla perfezione per qualsiasi scrittore, a parer mio. Non è molto celtico, ma ha fatto da sfondo anche lui alla stesura di Selkie. Magico!

Saor Patrol

Beh, più scozzese di così! Ho conosciuto i Saor Patrol alla Fiera dell’Artigianato a Milano, qualche anno fa, e ho ascoltato alcuni loro CD perché a mio figlio Stefano, allora undicenne, piacevano molto. Sono bravissimi, incarnano tutto lo spirito della Scozia. In effetti, furono scritturati per suonare nel film Braveheart.

Outlander

Anche la colonna sonora di Oulander non poteva mancare! Tamburi, cornamuse, violini, tutto ciò che serve per creare un perfetto mix celtico, coinvolgente al punto giusto. A volte struggente, a volte vivace, le musiche tratte dalla colonna sonora della serie sono molto belle e gradevoli da ascoltare come musica d’ambiente. Hanno accompagnato molte scene intime di Selkie, e anche le più romantiche.

Spero che la mia playlist possa tenervi buona compagnia! Voi che cosa ascoltate quando scrivete? Fatemelo sapere nei commenti!

Con un sorriso,
Antonella Arietano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *